giovedì 30 agosto 2012

L'abito mutanda colpisce ancora

Come vi avevo scritto qualche giorno fa, sono stata colpita dal cosìdetto blocco dello scrittore. Insomma, avevo voglia di scrivere ma non sapevo bene di cosa.
In mio aiuto è arrivata la mostra del cinema di Venezia 2012. Le prime star hanno sfilato sul red carpet e ho potuto ammirare in tutta la sua "bellezza" l'abito mutanda di Dolce & Gabbana indossato da Laetita Casta.

Laetita Casta

mercoledì 22 agosto 2012

Frenzy di Chanel: Dupe Low Cost by ELF

Nuove proposte Chanel per l'autunno 2012 e, come sempre, la caccia al dupe è iniziata.
In passato sono stati molto apprezzati i miei post sui dupe Chanel (come ad esempio la scoperta del dupe KIKO per il Delight di Chanel), e spero che anche questa volta apprezzerete il mio sforzo nel cercare un dupe quanto più simile all'originale.

I fantastici 3 di Chanel per l'autunno 2012 sono:


  • Suspicious
  • Frenzy
  • Vertigo


C'è chi dice che il colore più bello sia Vertigo, altri puntano su Frenzy ed infine qualcuno punta su Suspicious. Per gusto personale il Vertigo mi sembra il più interessante dei tre, ma noi questa volta ci concentreremo su Frenzy.

venerdì 17 agosto 2012

Lavish Oriental di KIKO - Impressioni a caldo

Attenzione: questo post non è una recensione vera e propria, ma una mia valutazione d'insieme sulla nuova collezione Lavish Oriental di KIKO per l'autunno 2012. 
Sta diventando una specie di tradizione quella di scrivere le mie impressioni a caldo sulle nuove collezioni KIKO. E così, dopo la active colours, la chic chalet e la blooming origami, eccomi qui a parlarvi delle mie impressioni a caldo sulla Lavish Oriental, nuovissima collezione per l'autunno 2012 proposta da KIKO. Come ho già scritto in alto e come vi ho sempre detto, questa non è una recensione, ma una semplice valutazione d'insieme dal mio punto di vista basandomi su quanto visto/letto online e, soprattutto, swatchato/visto in negozio. In passato mi è successo di vedere una collezione in foto, non innamorarnene ma poi, una volta vista in negozio, mi sono ritrovata davanti dei prodotti molto promettenti: questo è quello che mi è successo con la Active Colours, in foto e nel web non mi ha entusiasmato poi, una volta vista dal vivo, sono tornata a casa con due gloss ed una matita (ottimi!). 
Nel caso della Lavish Oriental, devo dire che le prime foto online non mi hanno attirato granchè, anzi. Dalle prime foto mi è sembrata troppo simile alla Chic Chalet (collezione che invece ho adorato), e comunque non mi aveva fatto impazzire. Quando sono andata in un negozio KIKO, beh, sono uscita senza alcun acquisto...quindi questo dovrebbe già farvi capire cosa ne penso di questa collezione. Ma analizziamo ciascun prodotto singolarmente e scopriamola insieme!
  
Holographic Nail Lacquer - prezzo 4.90
Questi smalti sono molto carini, disponibili in 4 colorazioni ma pieni, pieni di glitterini. Non che io ce l'abbia con i glitterini, anzi, il mio cuore batte sempre per gli smalti pieni di cosine luccicanti, ma nella collezione avrei prefeto se avessero proposto anche una variante meno carica di effetti (glitter, effetto olografico...). Questa però è una mia valutazione del tutto soggettiva, in generale sono degli smalti molto molto carini, il prezzo di lancio è come sempre di 4.90 euro quindi vi consiglio di aspettare fine autunno/inizi inverno quando metteranno la collezione scontata e potrete trovare gli smalti ad un prezzo più basso;)

Unlimited Lipstick - prezzo 7.50 euro


Questi rossetti invece mi son piaciuti veramente molto. Bella la texture (morbida e confortevole), la coprenza (buona e modulabili) ed i colori (rossi, viola, rosa scuro,ecc..). Le colorazioni sono 6, tutte abbastanza scurette (per intenderci, non ci sono nude nè rosa chiari), ma decisamente in linea per una collezione autunnale. Perchè non ne ho preso neanche uno? Per il prezzo. Non che 7.50 euro sia un prezzo così alto ma, in generale, da KIKO mi aspetto di risparmiare qualcosa rispetto ad altri brand quindi, se mai verranno messi in sconto questi rossetti, sicuramente ci farò un pensierino sopra. In generale questo è il prodotto che mi ha colpito più di tutti della collezione Lavish Oriental. Dimenticavo, vista la gamma di colori proposti, penso che siano colorazioni indicate soprattutto per chi ama truccare molto le labbra o comunque che amino colori forti e decisi, se cercate colori del tipo "vedo/non vedo" non sono i più indicati

domenica 5 agosto 2012

Mezzo secolo dalla morte di Marilyn - [M.Monroe 1/6/1926-5/8/1962]

E' fin troppo facile scrivere qualcosa su Marilyn Monroe oggi, a 50 anni esatti da quella sera del 5 agosto 2012 dove la più grande diva viene ritrovata morta sul suo letto. Suicidio? Omicidio? Forse non lo sapremo mai. Ed è fin troppo facile celebrare l'icona che è diventata, il suo stile, il suo modo d'essere, la sua vita, i suoi amori ed i suoi dolori. No! In questo post voglio parlare del suo lavoro: i suoi film.
Molte volte ci si dimentica che Marilyn Monroe era un'attrice e, a dirla tutta, una brava attrice. A partire dal suo viaggio a New York, Marilyn fece di tutto per migliorare le sue capacità recitative, perchè stanca di essere considerata la bella bionda senza cervello.
Se leggete anche solo una biografia dedicata a Marilyn, noterete che lei teneva tantissimo ad essere riconosciuta come una brava attrice, e non solo la bomba sexy che tutti conoscevano.
E infatti, se guardiamo i suoi film dall'inizio alla fine, noteremo che le capacità recitative di Marilyn migliorano, film dopo film, fino ad arrivare a buone prove recitative come quelle mostrate ne' "Gli spostati", "Fermata d'autobus" o "Il principe e la ballerina", per non parlare della deliziosa commedia " A qualcuno piace caldo" in cui Marilyn brilla insieme ai coprotagonisti (un fantasico Jack Lemmon ed un meraviglioso Tony Curtis).

Dicevamo, parliamo dei suoi film. Come celebrarla al meglio in questa ricorrenza? Riguardando una delle sue pellicole ovviamente.

Inutile citare i suoi tre film più famosi, ovvero "Come sposare un milionario", "Gli uomini preferiscono le bionde" e "Quando la moglie va in vacanza", voglio soffermarmi di più su pellicole (forse) meno conosciute.

Eva contro Eva (All About Eve)
In questo film Marilyn ha una piccola parte, ma regge il confronto con i mostri sacri che vi recitavano (Bette Davis in primis). Film fantastico, una fotografia cinica del mondo del teatro di quei anni. Un film che vinse 6 oscar (a fronte di 14 nomination, record che rimase imbattuto fino al 1997, anno di TITANIC) e che vale la pena vedere.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...